h1

I Consigli del Mentore – Saghe Fantasy (1)

25 settembre 2007

Non molti giorni addietro, un amico, passando in rassegna la libreria di casa mia, mi chiedeva quali saghe fantasy avessi letto e ritenessi di poter consigliare. Con una certa insistenza mi suggeriva di mettere per iscritto tali preferenze e metterle bene in evidenza nel blog (di cui lui è un lettore affezionato).

Accetto di buon grado il sollecito.

Avevo in verità già pensato di trattare delle saghe che nel tempo mi hanno più favorevolmente impressionato, non entrando nello specifico della trama, ma limitandomi a commenti che pur generali potessero comunque dare il polso di qualità e pregi.

L’idea rimane ferma, ma non è fuoriluogo, a mio avviso, in un post iniziale, programmatico e di sintesi, quantomeno nominare le saghe di cui poi, se il tempo non sarà tiranno, tratterrò più diffusamente in futuro.

Ebbene:

Tra gli imprescindibili (oltre ovviamente Il Signore degli Anelli):

Stephen Donaldson: Le Cronache di Thomas Covenant l’Incredulo (trilogia): La Conquista dello Scettro; La Guerra dei Giganti; L’Assedio della Rocca.

La saga, attualmente in ristampa, fu uno dei maggiori successi di fine anni ’80 della Mondadori (le copertine erano tra l’altro semplicemente splendide, molto meglio delle originali inglesi e lontanissime dalle anonime attuali).

Tratti da rimarcare:

  1. l’antieroe protagonista per antonomasia, Thomas Covenant, un lebbroso, cinico e misantropo;
  2. l’idea di un Male machiavellico che prevede ogni mossa del Bene e la ritorce contro i suoi campioni.

Il Mondo di Ambientazione (La Landa) è intriso di magia; le creature che lo popolano sono molte, ma il bestiario non è dei più floridi.

La seconda trilogia delle cronache (Il Sole Ferito; Il Primo Albero; L’Oro Bianco) non è all’altezza della prima. Donaldson sta attualmente lavorando alle Ultime Cronache (in 4 volumi): è già uscito (non in Italia) il primo volume ed è imminente l’uscita del secondo.

Giudizio: 9

Tad Williams: Il Ciclo delle Spade (trilogia): Il Trono del Drago; La Pietra dell’Addio; La Torre dell’Angelo Verde

La saga, pressocché introvabile, risale a metà degli anni 90 e fu pubblicata dalla Mondadori interno giallo.

Update luglio 2008: E’ in uscita per Armenia una nuova edizione della saga: da non perdere!

Tratti da rimarcare:

  1. trama semplice ma molto ben costruita, attorno a personaggi indimenticabili di cui è facile innamorarsi;
  2. fantasy classico, con protagonista un ragazzo dagli oscuri natali che timido ed imbranato scoprirà di avere in se stesso una formidabile fonte di risorse.

Nel mondo di ambientazione sono di primaria importanza, oltre gli uomini, solo due creature, simili agli elfi tolkeniani. Bestiario limitato.

Giudizio: 9

* – * – *

Tra i Vivamente Consigliati:

Terry Goodkind: Il Ciclo della Spada della Verità (15 libri): L’assedio delle Tenebre; La profezia del Mago; Il Guardiano delle Tenebre; La Pietra delle Lacrime; L’ordine Imperiale; La Stirpe dei Fedeli; La Profezia della Luna Rossa; Il Tempio dei Venti; L’Anima del Fuoco; La Fratellanza dell’Ordine; I Pilastri della Creazione; L’Impero degli Indifesi; La Catena di Fuoco; Fantasma; Confessor [ultima uscita].

Pubblicata dalla Fanucci, anche in edizione economica, si caratterizza per idee molto originali ben sviluppate e per una trama accattivante semplice da seguire. Splendide ed indimenticabili talune scene, anche quelle più violente e crudeli.

Tratti da rimarcare:

  1. buona commistione di fiaba, romanzo d’avventura e tipica storia fantasy;
  2. Ben sviluppato il tema di profezie e magie;
  3. buoni meccanismi di trama.

Il mondo di ambientazione conosce molte magie e ne è intriso. Poche le creature fantastiche, ma ben variegato il tipo di poteri cui possono attingere gli umani con il “Dono”.

Rimando comunque alla mia recensione dell’ultimo romanzo della saga pubblicato.

Uscirà a novembre, negli Usa, il telefilm, a firma Sam Raimi, ispirato alla saga: vedi post sull’argomento.

Giudizio: 8

Annunci

10 commenti

  1. Non ho letto nulla di questi autori anche perchè reperire buona letteratura fantasy in un paesello piccolo ed acculturato come il mio è un’avventura degna di un romanzo. Fortunatamente la rete è giunta in mio soccorso e credo aggiungerò questi titoli alla lista dei “Un giorno saranno miei”.

    Ciao


  2. Ben venuta! Recuperare Le cronache di Thomas Covenant non è impresa ardua: come detto sono in ristampa ed edite dalla Mondadori. Anche il Ciclo della Spada della Verità è facilmente trovabile. Discorso diverso per l’opera di Tad Williams: non ne vedo traccia nelle librerie da anni…ed è un vero peccato. Amici che vivono all’estero ed hanno voglia di leggere in lingua mi hanno lungamente intrattenuto sulle altre “meraviglie” di cui Williams è stato autore e delle quali l’Italia non ha sentito nemmeno l’eco.

    Spero di rivederTi presto da queste parti.


  3. Mi hai dato una bellissima notizia! Ho adorato la saga di Thomas Covenant e l’idea che stia per arrivare anche la terza trilogia mi riempie di gioia. Grazie.


  4. Ben venuta! Sì “Le Ultime cronache di Thomas Covenant” sono in uscita. E’ già stato pubblicato il primo volume ed alla pubblicazione del secondo mancano 11 giorni (al momento in cui scrivo). Sono previsti 4 volumi in tutto.
    A presto!


  5. Innanzi tutto ti ringrazio per la citazione!Sono contento che questo post sia stato utile a molti!
    Credo sfrutterò l’imminente LuccaComics per cercare qualche edizione originale, nettamente migliori delle attuali ristampe.
    Approfitto per estendere il quesito ad altri lettori: sapete dove rimediare edizioni originali di libri fantasy?(usati e non…)
    Saluti.DAN


  6. Scusate la mia presunzione ma io la seconda trilogia(quadrilogia?) l’ho letta ed e’ stata gia’ publicata (o mi sbaglio?)
    Comunque altre opere fantasy : La saga di Shannara, ( mi mancano i due prequel);
    Il ciclo di Belgarion (Eddings), e per ultima la saga di Dewerry (sembra che l’habbia letta solo io),
    anche questi secondo me sono straordinari.


  7. @aristoi24

    Non è presunzione, ci mancherebbe! Tuttavia l’errore c’è. La seconda Trilogia delle Cronache di Covenant fu pubblicata negli anni ’90 e nel post infatti si pone una breve recensione con il titolo dei singoli volumi. Probabilmente vedrà una nuova edizione nei prossimi anni. Donaldson sta ora lavorando ad un seguito, in quattro libri che, ovviamente, in Italia non è ancora uscito. Se scorri il post Ti accorgerai che al nome di ogni autore è linkato il proprio sito ufficiale, con relative notizie.


  8. @aristoi24

    In merito all’opera di Donaldson preciso: la seconda Trilogia è già uscita in Italia (avevo anche elencato i volumi che la costituiscono) ed ora, a seguito delle grandi pressioni di appassionati e case editrici, sta uscendo il seguito: una quadrilogia!

    La saga di Shannara sinceramente non mi convince. Faccio salva, ed anzi valuto positivamente, solo la trilogia della Jerle di Shannara. I prequel della saga di Shannara li ho letti tutti e devo dire che li ho particolarmente apprezzati, anche se non tutti nella stessa misura…ma non sono solo 2. In effetti c’è molto prima de “I figli di Armageddon” (per l’esattezza un’altra trilogia) 😉

    [Il motivo per il quale non sono volutamente più preciso risiede nel fatto che tale trilogia non ha titolo riconducibile direttamente a Shannara e preferirei che coloro che per la prima volta vi si accostassero scoprissero per loro conto di cosa si tratta, senza precostituiti giudizi]


  9. Il secondo dei quattro e gia’ uscito…purtroppo per alcuni solo in inglese…

    As a young man–a novelist, happily married, with an infant son, Roger–Thomas Covenant is inexplicably stricken with leprosy. In a leprosarium, where the last two fingers of his right hand are amputated, he learns that leprosy is incurable. As it progresses,it produces numbness, often killing its victims by leaving them unaware of injuries which have become infected. Medications arrest the progress of Covenant’s affliction; but he is taught that his only real hope of survival lies in protecting himself obsessively from any form of damage.
    Horrified by his illness, he returns to his home on Haven Farm, where he finds that his wife, Joan, has abandoned and divorced him in order to protect their son from exposure.

    Other blows to his emotional stability follow. Fearing the mysterious nature of his illness, the people around him cast him in the traditional role of the leper: a pariah, outcast and unclean. In addition, he discovers that he has become impotent–and unable to write. Grimly he struggles to go on living; but as the pressure of his loneliness mounts, he begins to experience prolonged episodes of unconsciousness, during which he appears to have adventures in a magical realm known only as “the Land”. In the Land, physical and emotional health are tangible forces, made palpable by an eldritch energy called Earthpower. Because vitality and beauty are concrete qualities, as plain to the senses as size and color, the well-being of the physical world has become the guiding precept of the Land’s people…


  10. […] VS Tatsunoko! Il Ritorno di Tad Williams 31 Maggio 2008 Qualche tempo addietro avevo segnalato, tra i libri vivamente consigliati, la saga scritta da Tad Williams, avvisando però che la ricerca dei volumi che la compongono (il […]



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: