h1

Amarcord – Così conoscemmo il Giappone (17): le civilità perdute (2)…ed i Cavalieri del Re (5)

16 maggio 2008

Ancora agli anni ’80 appartengono le sigle di due ottime serie:

Moby Dick 5 1983

Il titolo originale giapponese dell’anime è Mu No Hakugei, ossia la Balena Bianca di Mu. In effetti è certo protagonista della storia una enorme balena bianca capace di raggiungere inimmaginabili profondità marine ed i più alti cieli.

In un futuro immaginato non lontano, le antiche e mitiche civiltà di Atlantide e di Mu ritornano sulla Terra per la più grande delle battaglie, rinnovando lo scontro che millenni prima condusse la prima ad un esilio siderale e l’altra sull’orlo della distruzione. Ma se gli Atlantidei possono contare su una tecnologia nettamente più avanzata di quella degli uomini, sul numero e su un minerale, l’Olyhalcon, dagli usi bellici inimmaginabili; la civiltà di Mu, che ha sempre fatto affidamento sull’Agrel, controllabile solo con la purezza di cuore e con la serenità, può sperare nel risveglio di cinque grandi guerrieri, il cui spirito riposa in cinque ignari ragazzi.

Costoro, nella prima puntata (che è anche l’unica che ricordo bene) si ritrovano sull’Isola di Pasqua: Ken, che sarà il protagonista della serie, perché quivi condotto da una misteriosa ragazza, Madora, che lo ha salvato dalla furia di una tempesta e da morte certa; gli altri perché quivi chiamati da sogni premonitori inesplicabili.

Sull’isola, i ragazzi vengono a conoscenza del grande pericolo che il mondo tutto sta correndo e che l’unica speranza per l’umanità sono loro stessi. Sotto la guida del saggio Mu, che ha sacrificato se stesso perché per l’umanità vi fosse una possibilità di sopravvivenza, i cinque impareranno a controllare il grande potere della Balena Bianca, direttamente proporzionale alla loro forza di volontà.

Intanto tra Madora e Ken nasce un profondo sentimento che sembra però impossibile: la giovane (nella sigla con i capelli blu) è infatti solo un cyborg. Madora ha sacrificato il proprio corpo ad una immortalità non voluta ma indispensabile perché qualcuno vegliasse sul dormiente potere di Mu e sui cinque eroi quando questi si fossero reincarnati, millenni dopo l’esilio di Atlantide.

A parte l’abusato stereotipo del gruppo di cinque soggetti facilmente identificabili (l’eroe valoroso, il secondo “antipatico e rivale” che diviene fedele amico, la ragazza, il bambino, il ciccione) la storia è buona ed il cartone degno di essere rivisto.

In italia uscirono 26 episodi.

Godam 1984

Serie robotica della Tatsunoko (la stessa casa delle serie Time Bokan – delle quali ho già diffusamente parlato). I cattivoni, appartenenti al temibile Popolo degli Abissi, risiedono nel sottosuolo e sono causa ed origine in realtà di molti apparentemente misteriosi incidenti sul mondo di superficie. I buoni, i Gowapper 5, sono un gruppo parecchio eterogeneo di personaggi, per la prima volta capitanati da una ragazza, Yoko. Il secondo in comando, per così dire, è lo scapestrato Go. I campagni di avventura due bambini ed il tipico ed immancabile ciccione.

Godam è un robot particolarissimo, molto distante per mobilità e caratteristiche da tutti gli altri cari robottoni degli anni 80. Molto poco umanizzato, era praticamente immobile: le sue capacità di movimento erano ridotte al minimo, data la mole. Molto più versatili i mezzi a disposizione dei ragazzi, in chiaro stile Tatsunoko, veicoli eterogeni capaci di rispondere a tutte le necessità.

I nemici sono soldati fatti di sabbia, che i Gowapper 5 provvedono ad eliminare ricorrendo anche ad armi molto poco convenzionali (come ad esempio una sorta di strane trottole). Gran parte della storia è dedicata agli studi su come effettivamente questi strani soldati siano venuti al mondo, chi li controlli e come. Verrà scoperta una misteriosa ameba, fonte di strani poteri…

(…continua…)

Precedenti posts su I Cavalieri del Re:

Così conoscemmo il Giappone 13

Cosi conoscemmo il Giappone 14

Così conoscemmo il Giappone 15: L’inqualificabile Humor Giapponese (1)

Così conoscemmo il Giappone 16: L’inqualificabile Humor Giapponese (2)

Cavalieri del Re: Speciale – Paola Cortellesi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: