h1

Il Bravo Ragazzo (The Good Guy)

24 agosto 2009

Un nuovo Thriller da uno dei più grandi maestri: Dean Koontz.

koontz il_bravo_ragazzo

Per chi conosce Koontz, il romanzo non presenta particolari sorprese: la novità è tutta nell’accattivante inizio.

Direttamente dalla presentazione del libro:

È una sera come tante. Dopo il lavoro Timothy Carrier entra nel solito bar. Sta bevendo una birra quando uno sconosciuto lo avvicina con aria circospetta.
«È lei?»
«Chi altri dovrei essere?»
«Ha un’aria così… normale.»
«Faccio il possibile. »
Senza aggiungere altro, l’uomo gli consegna una busta.
«Qui ce n’è metà. Diecimila. Il resto quando sarà andata. »
Dentro ci sono diecimila dollari, la foto di una bella donna e il suo indirizzo.
Dev’esserci un equivoco. Ma prima che Tim possa ribattere lo sconosciuto si dilegua. Poco dopo un altro cliente gli si siede accanto, fissando la busta. All’improvviso tutto diventa drammaticamente chiaro: Tim ha ricevuto per sbaglio l’incarico di uccidere la donna. Quello di fianco a lui è il vero killer, che ora lo sta scambiando per il mandante. Reagendo prontamente al beffardo scherzo del destino, Tim gli dice di aver cambiato idea: toglie dalla busta la foto e invita il sicario a tenere il contante «per il disturbo». L’uomo accetta e se ne va, ma Tim sa che l’errore verrà presto scoperto. La vittima designata ha le ore contate e lui è l’unico che può salvarla. Inizia così una disperata corsa contro il tempo che stravolgerà la sua  esistenza — di normale bravo ragazzo — Costringendolo a trovare il coraggio per mettere a rischio la propria vita e diventare, suo malgrado, un eroe.”

Segue una storia nel miglior stile di Koontz: narrazione serrata, descrizioni brevi ma efficaci, personaggi ironici ai quali è facilissimo affezionarsi.

La trama si risolve essenzialmente in un inseguimento senza posa che avvince il lettore costringendolo ad avidamente proseguire. Con abilità Koontz introduce poi una serie di incognite che incuriosiscono al punto giusto senza discendere troppo nel banale.

Il passato di Tim è infatti volutamente lasciato nell’oscurità; misterioso è il motivo dell’accanimento con cui il killer insegue la sua vittima designata e tutto induce a ritenere che la stessa vittima nasconda qualcosa…

Il disvelamento del mistero giunge rapidamente, seguendo il ritmo serrato della storia.

Come sempre, un romanzo che si legge tutto d’un fiato, senza mai deludere e senza cadute di stile.

Giudizio: 7

Solo chi “è abtituato a Koontz” si attenderebbe qualcosa di più…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: