Archive for the ‘Fantascienza’ Category

h1

Ecco il Quinto Numero di Terre di Confine (nuova serie)!

4 maggio 2016

Oniricalienamente

Cari Lettori, ce l’abbiamo fatta anche stavolta! Contro ogni pronostico e avversità, eccoci a presentarVi un nuovo numero del Vostro affezionatissimo TdC Mag! Come sempre gratuito, come sempre coloratissimo, come sempre ricco di stimoli, immagini e opinioni.

Ci siamo riavvalsi del prezioso supporto de La Bottega del Barbieri. è proprio l’ampia retrospettiva di Daniele Barbieri sulla figura dell’alieno nella Fantascienza a caratterizzare TdCM #5, insieme a una suggestiva riflessione di Ivano Landi sul mistero di Picnic a Hanging Rock, un’analisi che accarezza l’anima dell’Australia aborigena, quel suo cuore metafisico conosciuto come il Tempo del Sogno.Fabrizio Melodia ci ripropone poi il suo appuntamento con i fanta-temi, parlandoci di Psicostoria.

A completare la sezione Letteratura: Marco Pulitanò ben descrive quanto profonda e meschina possa rivelarsi la Cecità umana; con la nostra Cuccu’ssette c’immergiamo tra le onde e le perturbanti manifestazioni di Solaris; Elisa Giudici, nostra ospite gradita, ci illustra pregi, difetti e attitudini epigonogeniche di Ender’s Game; nuovo anche l’arrivo di Glinda Izabel, che con Rebel accompagna TdC nei territori finora inesplorati degli young adults e dei romance; e infine, restando in tema di lande da esplorare, Luca Germano ci guida tra gli inquietanti meandri dell’Area X.

La parte antologica propone racconti di Clelia Farris, Fabio Lastrucci e Vincent Spasaro, Riccardo Dal Ferro e Francesco Pomponio, per chi ama il fantastico con punte di surreale, horror e distopia.

Nella sezione Cinema e TV, l’inObsidiabile Severino Forini affronta la leggenda di Onibaba; mentreAndrea Carta s’inoltra in terra teutonica per commentarci Le Fantastiche Avventure dell’Astronave Orion (con le immancabili sinossi di SerieTV.net).

Alla coppia MistèCorà è affidato il gustoso buffet anime, con un piatto per ognuna delle tre più rinomate portate nipponiche: film (Le Ali di Honneamise), OVA (Bubblegum Crisis) e serie TV (l’inedito Dougram).

Nello spazio Fumetti, ecco il saggio di Marco Pellitteri sul mitico Astroboy; e Orlando Furioso di nuovo alle prese con un supereroe che alla Casa delle Idee scippa addirittura il nome: Capitan Marvel.

Per l’angolo foto-cosplay, Davide Longoni e Leonardo Colombi intervistano Monica Pachetti e Roberto Giancaterina. Aprono e chiudono il numero due photodream d’annata: la meravigliosa Skin Diamond, ritratta da Scott Pierre Price, posa in atmosfera a metà tra glamour e postapocalittico.

Insomma, è primavera: sedetevi, rilassatevi e gustatevi TdC Magazine #5!

Annunci
h1

Uscito il nuovo numero di Terre di Confine!

5 maggio 2014

Lo so…sono un po’ latitante…E da molto non aggiungo qualche riga alla storia de “L’Ombra del Mercante”. Ma l’inattività non mi è propria: semplicemente devo a turno dare la priorità ai tantissimi impegni.

Fortunatamente riesco a rubare un po’ di tempo per dar seguito ad un’avventura alla quale credo molto: Terre di Confine.

https://mentore.files.wordpress.com/2013/10/logo-tdc.png

E’ da poco uscito il secondo numero della nuova edizione della rivista.

Ecco il comunicato ufficiale:

“La redazione di TdC è lieta di segnalare l’uscita del secondo numero di Terre di Confine Magazine, che può essere letto o scaricato gratuitamente qui: http://issuu.com/terrediconfine/docs/tdc2
La rivista è anche utilizzabile liberamente in qualsiasi sito web avesse piacere di farla leggere dalle proprie pagine o integrarla nel proprio layout; per utilizzare le funzioni di inglobamento, condivisione o download, è sufficiente cliccare la voce ‘share’ nel menù visibile sotto le pagine, e scegliere poi l’opzione desiderata.

Con l’occasione, avvisiamo che è già in corso la selezione dei racconti per la sezione antologica del numero 3: tutte le informazioni sono a pagina 154 della rivista.
E’ stato anche aperto un portale appositamente dedicato, nel dominio storico http://www.terrediconfine.net, dove è possibile leggere la versione web testuale di tutti gli articoli e di tutti i racconti, e lasciare commenti.

Ringraziamo fin d’ora chiunque volesse supportare il nostro impegno diffondendo questa notizia nel proprio sito o fra gli amici ^___^

Di seguito forniamo l’editoriale e il sommario.

Redazione
Ass. Cult. no-profit Terre di Confine
http://www.terrediconfine.net
http://www.terrediconfine.eu

Dall’editoriale:
“CARI LETTORI, l’uscita del numero 2 di TdC Magazine giunge in parallelo con la messa on-line di una versione mirror del nostro sito, appositamente ottimizzata per accompagnare d’ora in avanti la rivista. Insieme a questa notizia, è per me un vero piacere annunciare la riapertura di terrediconfine.net, lo storico dominio che è stato la nostra prima casa nel web – gli utenti più affezionati ricorderanno certamente quei tempi! Da oggi il dominio ospiterà proprio il nuovo portale, realizzato in WordPress e quindi adatto a sfruttare tutte le funzionalità di questa ormai diffusissima piattaforma.
E ora veniamo al n. 2! Come di consueto, la varietà dei contenuti cercherà di trattare il Fantastico nelle sue molteplici sfumature. Segnalo in particolare l’articolo su Dan Dare, un’occasione che è stata preziosa per poter parlare della leggendaria rivista Eagle e di Frank Hampson che le diede i natali, artista straordinario la cui carriera avrebbe meritato assai più onori di quelli effettivamente raccolti. Nella sezione antologica, presentiamo infine 4 racconti e 2 fumetti inediti, che passeggiano tra supereoistico, steampunk, horror e surreale. Non mi resta dunque che augurarvi un piacevole proseguimento!

Il sommario di questo numero:

DIRITTI CIVILI NELL’ERA DIGITALE
X (Little Brother)

LÀ DOVE NASCE IL VENTO PERENNE
L’Orda del Vento

ECHI IRREQUIETI DELL’AMERICAN DREAM
Io sono Helen Driscoll

SATIRA SOCIALE SULLE ORME DI SWIFT
Il Vangelo della Scimmia

Rubrica di stile
IL BIGLIETTO DA VISITA DELL’AUTORE

Fabbricanti di Universi
QUANDO IL WORLD BUILDING FUNZIONA

LA REALTÀ ATTRAVERSO LO SPECCHIO
Black Mirror

TRA MALEDIZIONI E REGISTI NASCOSTI
Poltergeist – Demoniache Presenze

LA VENDETTA DELLE DONNE-GATTO
Kuroneko

LE ALTERNE SFORTUNE DEL ROBOT RIBELLE
Baldios

LA PICCOLA CACCIATRICE DI FULMINI
Wind Mills

Sigle Baldios
BALDIOS
ASHITA NI IKIRO BALDIOS
MARIN, INOCHI NO TABI

LA LEGGENDA DEL PRINCIPE INDIANO
Krishna – Un viaggio interiore

L’ODISSEA DI UNA MADRE GUERRIERA
Legend of Mother Sarah

DAN E FRANK, DUE EROI BRITANNICI
Dan Dare

VESTENDO PAROLE E SUGGESTIONI FANTASY
Intervista a Paolo Barbieri

Racconto
IL BENANDANTE

Racconto
LA MASCHERA DI BALI

Racconto
L’ARENA DEI PLUSGENE

Racconto
L’UOMO BUONO SI PERDONA 7 VOLTE

Fumetto
LEVEL COMPLETED

Fumetto
POSSO VOLERE… VOGLIO POTERE”.

Auguro a tutti una buona lettura!

E non dimenticate di lasciare un commento… Magari al mio racconto L’uomo buono si perdona 7 volte (rivisitazione del mio racconto che trovate anche qui, sull’Oracolo) oppure alla mia recensione Là dove nasce il vento perenne!

h1

Il seguito di Supercar (Knight Rider) su Italia 1

30 giugno 2010

Con colpevole ritardo segnalo agli affezionati lettori l’atteso approdo su Italia1 del seguito di Supercar, la serie cult anni ’80 che ha affascinato generazioni.

Dal 13 giugno scorso Italia1 trasmette infatti ogni domenica mattina alle 11.25 circa gli episodi della serie Knight Rider, ricchissima di effetti speciali, ma purtroppo priva della romantica poesia della prima e ben più longeva serie dalla quale ha tratto linfa vitale.

Ritroviamo Kitt, l’intelligenza artificiale della prima serie, ma molto è cambiato. Quando negli anni ’80 la macchina nera sfrecciava nel deserto, era sufficiente favoleggiare di una macchina capace di guidarsi da sola, invulnerabile ai proiettili, velocissima…e dotata di buon spirito. Il pubblico odierno, abituato ad effetti speciali ben più avanzati, probabilmente non sarebbe rimasto particolarmente affascinato da una semplice riedizione che si fosse limitata a svecchiare taluni tratti ed eleminare certe ingenuità di regia e sceneggiatura che invece abbondavano nell’originale.

Allla già ben nutrita serie di capacità diagnostiche, d’analisi, di deduzione (allora decisamente improbabili), Kitt aggiunge così abilità che evidentemente, nelle valutazioni dei produttori, avrebbero maggiormente colpito il pubblico di oggi (specie americano) notoriamente attratto o quantomeno incuriosito da giochi, films e programmi quali Fast & Furios o Pimp my Ride. Non è solo invulnerabile a colpi d’arma da fuoco leggera ed ora anche ai missili, ma è in grado di cambiare totalmente forma…tanto da poter diventare a suo piacimento persinanco un Suv o un Pick-up.

Anche nella forma base, comunque, le linee sono cambiate: più aggressive e sportive. Ecco il confronto:

Nell’ottica di rendere da un lato ancor più fantascientifico e strabiliante il compagno inseparabile del protagonista umano e, dall’altro,  verosimile l’esistenza di un simile prodotto della tecnologia,  la nuova serie costruisce una sovrastruttura para-statale controspionistica che ammicca molto a telefilms quali 24 e Alias.

Gli stessi episodi hanno impianto, toni e ritmi decisamente lontani dall’originale: sorprendentemente, all’Azione, vera protagonista, si affianca una trama complessa i cui risvolti vengono lentamente disvelati di puntata in puntata.

La nuova sigla è stata riveduta più volte, con gusto discutibile.

Questa la versione trasmessa da Italia1:

Ma ne esistono anche altre versioni, che hanno accompagnato in USA la serie nel 2008 e 2009:

Il protagonista umano della nuova serie si chiama Mike Traceur, figlio di Michael Knight del quale, per motivi spiegati nello svolgimento degli episodi, prenderà il nome. Al suo fianco Sarah Greiman, figlia dello scienziato Greiman che ha sostanzialmente riportato in vita Kitt.

Mike è un ex militare che, per ragioni misteriose, ha perso gran parte dei propri ricordi… La ricerca del suo passato lo condurrà verso segreti pericolosi che potrebbero mettere a repentaglio la nuova vita che con Kitt e Sarah sta lentamente ricostruendo.

Il giudizio è complessivamente buono, anche se non mancano le critiche.

Anche se una trama relativamente ricca e strutturata che si snoda per tutti gli episodi non più considerati a sè stanti introduce un elemento di certo pregio, non ci si può che rammaricare per il molto perduto: tratto saliente ed elemento caratterizzante del primo Supercar, come disvelato subito, nel primo episodio, era la visione “romantica” di un uomo che, da solo, con la forza dei suoi valori e l’aiuto di un amico inseparabile e fedele che mai lo avrebbe tradito, avrebbe potuto cambiare il mondo. In meglio. Nella nuova serie il singolo ha risalto ed ha un ruolo di assoluto rilievo, ma è comunque uno strumento di una macchina più grande e complessa che ne potrebbe presumibilmente prescindere. In Supercar c’erano Michael, Kitt, Devon e Bonnie; in Knight Rider un equipe composita della quale fanno parte CIA e FBI.

Il passaggio è tutt’altro che di poco conto (ed è pure icasticamente segnalato: in Supercar il simbolo delle Knight Industries era un cavallo degli scacchi; nella nuova serie non di rado Kitt sfoggia come simbolo sulla propria carozzeria un cobra !?!).

Quale ne sia la ragione – il cambio di prospettiva, la perdita del romanticismo cavalleresco – Knight Rider non ha per nulla convinto il pubblico americano. I bassi ascolti hanno fatto prematuramente finire la serie al 17° episodio (la serie completa di Supercar vanta ben 4 stagioni per un totale di 90 episodi).

h1

Dead Space 2: In arrivo!

4 maggio 2010

Se vi siete divertiti a gironzolare in una nave spaziale infestata da mostri orribili e zombie, sicuramente non disdegnerete un nuovo viaggio nella follia.

Ecco allora per Voi emergere dagli incubi del protagonista del primo gioco, Isaac Clarke, una nuova terribile esperienza…

DEAD SPACE 2

A parte qualche screenshots il sito ufficiale (aperto lo scorso 30 aprile) è avaro di notizie… Si avrà a disposizione una nuova armatura, nuove armi, la possibilità di lanciare i nemici fuori nello spazio (come in Alien)…ed ovviamente si avrà a che fare con tutta una nuova genia di mostri orribili e terrificanti…

Ecco le prime immagini del gioco:

Il gioco dovrebbe uscire nel 2011.  A luglio di quest’anno uscirà però il primo romanzo tratto dalla fortunata serie, Dead Space: Martyr

Bisognerà attendere!

h1

Transformers 2: di male in peggio…

5 luglio 2009

Il primo film non aveva brillato né per trama né per “chiarezza espositiva”: tanti effetti speciali con scontri corpo a corpo dove non si capiva assolutamente nulla (se chi era impegnato nel combattimento era un decepticon o meno, chi vinceva, chi “moriva”…)

transformers2

Il secondo film non solo non elimina i difetti del primo, ma addirittura ne aggiunge altri:

–  trama inesistente;

– mancanza totale di qualsivoglia tensione;

– scenette ridicole che si susseguono con intensità imbarazzante in un parossismo stucchevole (per non dire nauseante);

– recitazione nulla;

– personaggi ignobili, inutili, evanescenti, sovrabbondanti.

Raramente ho visto un film tanto insensatamente brutto!

Per dar sostanza al giudizio, potrei elencare una miriade di episodi ed esempi. Mi limiterò a ricordare: il drone che simula amplessi animali sulla gamba della coprotagonista; il decepticon “anziano” arteriosclerotico che cammina con un bastone (!!!!!); il “cattivone”-mostro finale che appare sulla scena giusto per essere distrutto; il robot che piange…

Una serie infinita di “vaccate” (utilizzare lo strumento della perifrasi per esprimere il concetto non esplicherebbe con sufficiente intensità il disgusto che mi sovrasta non appena i ricordi ritornano alle scene del film) che vogliono forzatamente far ridere, ma al più annoiano.

Il peggio: la trama si risolve in questi surrogati di commedia dell’assurdo con risultati stordenti. Durante la proiezione viene da chiedersi: ma gli sceneggiatori avevano un cervello oppure hanno assoldato scimmie ammaestrate?!

Svolgere una critica sensata e particolareggiata sarebbe ultroneo e fuoriluogo: il film non vale nemmeno la fatica di premere i tasti sulla tastiera del computer.

Giudizio:

Fate un favore a Voi stessi: evitatelo accuratamente, se siete ancora in tempo.

Trama: 0 (ma c’era un trama?)

Sviluppo della storia: 1

Effetti Speciali: 3 (troppi, mal dosati);

Personaggi: 3 (ridicoli, inutili, sovrabbondanti macchiette).

Media: 1.75

[Per chiarezza: i voti sono espressi in decimi]

Invece, per chi fosse interessato alla storia dei Transformers, mi permetto di rimandare al mio precedente post sull’argomento: Transformers e Diaclone.

h1

Kyle Xy: Primo Episodio su Italia 1!

23 marzo 2009

E’ stata trasmessa oggi, alle 15.50, la prima puntata dell’attesissima serie Kyle Xy.

kyle-xy-2006-1

Un ragazzo (interpretato da Matt Dallas) dell’apparente età di 16 anni si risveglia nudo in una foresta nei pressi di Seattle. Dimentico del proprio passato, della propria identità e persinanco, apparentemente, delle proprie necessità fisiologiche, viene preso in custodia dalla polizia locale che lo affida presto ai servizi sociali.

Dopo un breve periodo in un ambiente per lui assolutamente non confacente, il misterioso ragazzo viene affidato ad una assistente sociale che lo accoglie nella propria casa. La famiglia di lei non lo accetta di buon grado, ma Kyle, come viene provvisorimente chiamato, saprà farsi apprezzare e riuscirà a conquistare l’affetto di tutti coloro che condividono il suo stesso tetto.

Sì, perché Kyle è tutt’altro che un ragazzo ritardato, come pare invece all’inizio: è una sorta di genio, dalle capacità inimmaginabili…e senza ombelico (come viene evidenziato nell’immagine sopra riportata).

Questo, in breve, l’inizio di questa nuova interessante serie che Italia 1 mette in chiaro dopo la trasmissione nel 2007 e 2008 da parte del canale satellitare Fox.

Italia 1, se gli ascolti saranno all’altezza delle aspettatative, dovrebbe trasmettere i primi 33 episodi, ossia le due prime stagioni (Fox è arrivata a trasmettere solo i primi 13 della seconda serie; è ancora inedita la già realizzata terza stagione). Il condizionale è di rigore, data la poca serietà delle rete sperimentale mediaset che, negli anni, ha spesso deluso gli affezionatissimi fans di molte altre serie, con cambi di orario quanto mai inopportuni. L’orario delle 15.50, di per sè, non fa ben sperare: si sta parlando infatti di una fascia oraria predestinata alle repliche di telefilms visti e rivisti (vedi Smalville). Meglio sarebbe stato certo un debutto in prima serata. Ma i misteri di Italia1 sono impenetrabili.

Il primo giudizio sul telefilm è invece positivo.

Nulla di assolutamente nuovo, ovviamente, ma almeno per il momento non è di facile decifrazione la linea che la serie vorrà seguire…e si spera già in qualche colpo di scena.

Staremo a vedere.

Comunque, per coloro che se li fossero persi, ecco i primi 10 minuti del primo episodio (in inglese sottolineato in francese: non ho trovato di meglio!):

Per maggiori informazioni, Vi rimando ovviamente alla wikipedia italiana (per una veduta d’insieme senza spoilers).

Kyle Xy andrà in onda da lunedì a venerdì alle 15.50 su Italia 1.

Update 27 marzo: Dopo 5 episodi non si può dire del telefilm Kyle Xy nulla di più di quanto già detto in altra sede da altre voci: si tratta di un buon prodotto per famiglie, sufficientemente ironico e vario da non apparire né stucchevole né ripetitivo. La “crescita” di Kyle è narrata con ritmo discreto in un’atmosfera tutto sommato leggera. I misteri che avvolgono la nascita di Kyle rimangono sullo sfondo: per ora è stato svelato relativamente poco, tanto da lasciare aperte più possibilità di sviluppo.

Update 17 aprile: Gran parte dei misteri afferenti la “nascita” di Kyle è stata svelata. Come previsto, nulla di assolutamente nuovo o di particolarmente eclatante. Tuttavia la storia è narrata con buon  ritmo e con taglio apprezzabile. Kyle Xy non delude le aspettative anche se l’ingresso di una “lei” brutta copia di Kyle appare scontata e non convincente. Rimane un giudizio nel complesso assai positivo.

h1

Terre di Confine: Pirati!

12 dicembre 2008

E’ finalmente on-line l’atteso 9° numero della nota rivista Terre di Confine, alla quale mi pregio di collaborare da qualche tempo.

Ed i  protagonisti di questo numero sono i

PIRATI

terreriv9

Come di consueto, del soggetto si tratta avendo riguardo a tre aree tematiche fondamentali: Fantasy, Fantascienza, Anime.  Dopo alcune letture di vario carattere poste in introduzioni, nella rivista si parla della nota e fortunata saga cinematografica de “La Maledizione della Prima Luna” , del capolavoro letterario (e non solo) di Peter Pan ed ovviamente dell’indimenticato ed indimenticabile Capitan Harlock.

Nell’introduzione:

:: Area FANTASCIENZA

Lettura: Labbra Proibite
Corti: Aquaend
Intervista: Intervista a L. Bonizzato
Intervista: Intervista a N. Storai


:: Area ANIME
Cultura: I Fansub


:: Area FANTASTICO
Lettura: L’Estate della Paura
Lettura: L’Inverno della Paura
Lettura: Roma Fantastica
Lettura: Il Segreto nella Fiamma
Lettura: La Lama del Dolore
Lettura: Schegge di Mondi Incantati
Lettura: I Giardini della Luna
Lettura: Maree di Mezzanotte

SUL TEMA:

:: Area FANTASCIENZA
Lettura: Kila Chombo Kwa Wimbile
Lettura: I Pirati Neri di Barsoom
Sci/Tec: I Velieri
Cinema: Waterworld
Cinema: I Pirati dello Spazio
Serie TV: L’Isola del Tesoro
Animazione: Il Pianeta del Tesoro

:: Area FANTASTICO
Storia: I Pirati in Epoca Classica
Storia: Pirateria Mediterranea nell’Alto Medioevo

Storia: La Pirateria
Mistero: L’Enigma delle Mappe

Lettura: Peter Pan
Lettura: La Città delle Navi
Lettura: I Mercanti di Borgomago
Lettura: La Tomba senza Nome
Cinema: La Maledizione della Prima Luna
Cinema: La Maledizione del Forziere Fantasma
Cinema: Ai Confini del Mondo
Cinema: Hook – Capitan Uncino
Cinema: Peter Pan
Cultura/Int.: RyuCosplay

:: Area ANIME
Serie TV: Capitan Harlock
Cinema: L’Arcadia della mia Giovinezza
Serie TV: Capitan Harlock SSX
Serie OVA: Harlock Saga
Serie OVA: Captain Herlock – The Endless Odyssey
Cinema: Gli Allegri Pirati…
Serie TV: L’Isola del Tesoro
Manga: One Piece



In area fumetti:

Fumetto: I Tormentini
Manga: Gaurru Z