Archive for the ‘Terre di Confine’ Category

h1

Giunge l’atteso Quarto numero della Nuova Serie di Terre di Confine!

11 agosto 2015

logo-tdc

Gamara è vasta; nelle sue scure vie il passo è indeciso, rallenti, spiato, atterrito, angosciato; quando alla fine cerchi la fuga per lasciarti tutto alle spalle, ti ritrovi tra i suoi più miserabili vicoli ciechi, davanti alla sgradevole bottega di Kimaj o perso nel mercato marcio. Così mi ritrovo con niente da comunicare al mondo, nessun racconto da pubblicare.

Fortunatamente l’attività in Terre di Confine non si interrompe; non vi troverete miei racconti questa volta, ma una lunga recensione sul fenomeno letterario di S. o La Nave di Teseo. 

Sempre lieto di poterVi spingere ad una nuova lettura.

Ecco come di consueto l’editoriale del Quarto Numero:

“Cari Lettori, ben ritrovati al quarto appuntamento con la vostra TdC Magazine! In questa introduzione ai contenuti è un piacere ringraziare La Bottega del Barbieri, che ha contribuito alla sezione Letteratura con il gustoso articolo su Harlan Ellison e la recensione de La Svastica sul Sole curati, rispettivamente, dall’astrofilosofo Fabrizio Melodia e dal boss Daniele Barbieri in persona. La sezione antologica si avvale anch’essa degli scritti di bottegai DOC come Riccardo Dal Ferro, Fabio Lastrucci e Mauro Antonio Miglieruolo, con l’imprescindibile Andrea Carta (per l’occasione trasmigrato dalla sezione Fumetti) a completare il canonico quartetto di fantaracconti. Gradito l’esordio su TdC dei booksbloggerAgnese Mignozzi e Michele Del Vecchio, e di Solange Mela con un nuovo capitolo di ‘Stile e Dintorni’;Nicola Parisi si è adoperato a intervistare un sempre in forma Silvio Sosio, e dalla Colonia Lunarel’immancabile Marco Pulitanò ci parla di una droga virtuale chiamata Snow Crash.

I fan e controfan di Lost si saranno poi chiesti cosa mai contengano i misteriosi cofanetti con la S. cubitale che J.J. Abrams ha disseminato in tutte le librerie del globo terracqueo: ebbene il nostro buon Luca Germano è qui per soddisfare anche questa curiosità.

Nella sezione Cinema e TV, The Obsidian Mirror ci regala stavolta un articolo ricco di approfondimenti sulla saga coreana Whispering Corridors, una pentalogia di film horror accomunati dall’ambientazione scolastica e da un sapore psicologico squisitamente orientale; Lucia Patrizi ci conduce invece alla riscoperta dell’affascinante Dark City. Lo spazio telefilm propone Kronos, grazie al gusto vintage diCuccu’ssette e all’ormai abituale collaborazione con SerieTV.net. L’anime di turno è l’apocalitticoIdeon, trattato con la consueta sagacia dal duo asteroidale Jacopo Mistè e Simone Corà, e sigle gentilmente tradotte da Cristian Giorgi.

Veniamo al doppio appuntamento con i fumetti: incursione di Orlando Furioso in pieno periodo maccartista con Fighting American, e discesa di Leonardo Colombi negli abissi psicanalitici di Homunculus.

Ultime ma non ultime due succose gallerie fotografiche (con la novità del nuovo ‘Cosplay Corner’), a corredo delle interviste curate da Davide Longoni: abbiamo incontrato per voi il talentuoso concept artist messicano Michel Omar B., e l’italianissima NadiaSK, best performance al World Cosplay Summit 2014.

Cos’altro mi resta dunque da aggiungere, se non: lunga lettura e prosperità!”

Ed ecco il link alla pagina dove potrete leggere e scaricare la rivista: http://www.terrediconfine.eu/terre-di-confine-magazine-4/

Annunci
h1

Uscito il nuovo numero di Terre di Confine!

5 maggio 2014

Lo so…sono un po’ latitante…E da molto non aggiungo qualche riga alla storia de “L’Ombra del Mercante”. Ma l’inattività non mi è propria: semplicemente devo a turno dare la priorità ai tantissimi impegni.

Fortunatamente riesco a rubare un po’ di tempo per dar seguito ad un’avventura alla quale credo molto: Terre di Confine.

https://mentore.files.wordpress.com/2013/10/logo-tdc.png

E’ da poco uscito il secondo numero della nuova edizione della rivista.

Ecco il comunicato ufficiale:

“La redazione di TdC è lieta di segnalare l’uscita del secondo numero di Terre di Confine Magazine, che può essere letto o scaricato gratuitamente qui: http://issuu.com/terrediconfine/docs/tdc2
La rivista è anche utilizzabile liberamente in qualsiasi sito web avesse piacere di farla leggere dalle proprie pagine o integrarla nel proprio layout; per utilizzare le funzioni di inglobamento, condivisione o download, è sufficiente cliccare la voce ‘share’ nel menù visibile sotto le pagine, e scegliere poi l’opzione desiderata.

Con l’occasione, avvisiamo che è già in corso la selezione dei racconti per la sezione antologica del numero 3: tutte le informazioni sono a pagina 154 della rivista.
E’ stato anche aperto un portale appositamente dedicato, nel dominio storico http://www.terrediconfine.net, dove è possibile leggere la versione web testuale di tutti gli articoli e di tutti i racconti, e lasciare commenti.

Ringraziamo fin d’ora chiunque volesse supportare il nostro impegno diffondendo questa notizia nel proprio sito o fra gli amici ^___^

Di seguito forniamo l’editoriale e il sommario.

Redazione
Ass. Cult. no-profit Terre di Confine
http://www.terrediconfine.net
http://www.terrediconfine.eu

Dall’editoriale:
“CARI LETTORI, l’uscita del numero 2 di TdC Magazine giunge in parallelo con la messa on-line di una versione mirror del nostro sito, appositamente ottimizzata per accompagnare d’ora in avanti la rivista. Insieme a questa notizia, è per me un vero piacere annunciare la riapertura di terrediconfine.net, lo storico dominio che è stato la nostra prima casa nel web – gli utenti più affezionati ricorderanno certamente quei tempi! Da oggi il dominio ospiterà proprio il nuovo portale, realizzato in WordPress e quindi adatto a sfruttare tutte le funzionalità di questa ormai diffusissima piattaforma.
E ora veniamo al n. 2! Come di consueto, la varietà dei contenuti cercherà di trattare il Fantastico nelle sue molteplici sfumature. Segnalo in particolare l’articolo su Dan Dare, un’occasione che è stata preziosa per poter parlare della leggendaria rivista Eagle e di Frank Hampson che le diede i natali, artista straordinario la cui carriera avrebbe meritato assai più onori di quelli effettivamente raccolti. Nella sezione antologica, presentiamo infine 4 racconti e 2 fumetti inediti, che passeggiano tra supereoistico, steampunk, horror e surreale. Non mi resta dunque che augurarvi un piacevole proseguimento!

Il sommario di questo numero:

DIRITTI CIVILI NELL’ERA DIGITALE
X (Little Brother)

LÀ DOVE NASCE IL VENTO PERENNE
L’Orda del Vento

ECHI IRREQUIETI DELL’AMERICAN DREAM
Io sono Helen Driscoll

SATIRA SOCIALE SULLE ORME DI SWIFT
Il Vangelo della Scimmia

Rubrica di stile
IL BIGLIETTO DA VISITA DELL’AUTORE

Fabbricanti di Universi
QUANDO IL WORLD BUILDING FUNZIONA

LA REALTÀ ATTRAVERSO LO SPECCHIO
Black Mirror

TRA MALEDIZIONI E REGISTI NASCOSTI
Poltergeist – Demoniache Presenze

LA VENDETTA DELLE DONNE-GATTO
Kuroneko

LE ALTERNE SFORTUNE DEL ROBOT RIBELLE
Baldios

LA PICCOLA CACCIATRICE DI FULMINI
Wind Mills

Sigle Baldios
BALDIOS
ASHITA NI IKIRO BALDIOS
MARIN, INOCHI NO TABI

LA LEGGENDA DEL PRINCIPE INDIANO
Krishna – Un viaggio interiore

L’ODISSEA DI UNA MADRE GUERRIERA
Legend of Mother Sarah

DAN E FRANK, DUE EROI BRITANNICI
Dan Dare

VESTENDO PAROLE E SUGGESTIONI FANTASY
Intervista a Paolo Barbieri

Racconto
IL BENANDANTE

Racconto
LA MASCHERA DI BALI

Racconto
L’ARENA DEI PLUSGENE

Racconto
L’UOMO BUONO SI PERDONA 7 VOLTE

Fumetto
LEVEL COMPLETED

Fumetto
POSSO VOLERE… VOGLIO POTERE”.

Auguro a tutti una buona lettura!

E non dimenticate di lasciare un commento… Magari al mio racconto L’uomo buono si perdona 7 volte (rivisitazione del mio racconto che trovate anche qui, sull’Oracolo) oppure alla mia recensione Là dove nasce il vento perenne!

h1

Il Ritorno di Terre di Confine

28 ottobre 2013

Ci abbiamo messo in effetti un po’ di tempo… Ma siamo tornati!

Se il sito di Terre di Confine non ha mai interrotto la propria attività, era da oramai da ben tre anni che l’omonima rivista non vedeva la pubblicazione di un nuovo numero.

La lunga attesa è ufficialmente terminata il 27 ottobre 2013, con l’uscita del primo numero della nuova edizione!

Rinnovata nella grafica, aperta a nuovi contenuti, ricchissima e versatile, Terre di Confine Magazine mantiene il rigore e la passione della versione originale che tanti lettori aveva conquistato, ma, con inesausto entusiasmo, si prefigge più ambiziosi traguardi e si rivolge ad un pubblico più vasto.

logo-tdc

Ecco l’editoriale:

“Cari Lettori,

a tre anni dalla conclusione della nostra prima, storica rivista, eccoci di nuovo insieme in un’occasione davvero speciale: la presentazione del numero d’esordio di questa seconda serie di Terre di Confine!

Si tratta di un magazine nuovo di zecca, ridisegnato nello stile, modernizzato, concepito insieme a Plesio Editore e preparato con passione da uno staff redazionale anch’esso in gran parte nuovo ma sempre fedele alla filosofia di serietà e impegno che anima la nostra Associazione Culturale. L’obbiettivo, come di consueto, è occuparci del mondo del Fantastico in ogni sua forma e declinazione.

Accanto a quei contenuti diventati per noi ‘tradizionali’, recensioni e interviste e articoli, tutti corredati di meravigliose immagini realizzate da illustratori straordinari e da fotografi di talento, i nostri Lettori di ‘vecchia data’ avranno modo di scoprire alcune novità… la principale delle quali è senz’altro la presenza di una parte antologica fissa, che raccoglie fumetti e racconti selezionati, un segmento destinato a diventare più corposo nei prossimi numeri.

Rispettando lo spirito dell’Associazione, anche questa nuova serie è offerta via Internet in forma totalmente gratuita e senza alcun dispositivo di protezione. Per garantire la più alta diffusione possibile, il magazine è inoltre ­- altra importante novità rispetto all’edizione precedente – reso acquistabile nei maggiori negozi on-line per libri e riviste elettronici (la presenza di un prezzo, in quelle sedi, è naturalmente dovuta alle regole contrattuali imposte dagli store). L’intenzione è quella di riuscire in tal modo a coinvolgere un più vasto pubblico di appassionati, compresi coloro che, usando il tablet ma avendo magari poco tempo libero per navigare, preferiscono ricercare e scaricare le loro letture avvalendosi del supporto dei grandi circuiti di vendita.

Nelle uscite che seguiranno, continueremo a proporvi altri progetti tuttora in fase di realizzazione… Non voglio però dilungarmi con anticipazioni, dettagli ‘tecnici’ e parole superflue; anzi, sono certo che, tra le novità, la più apprezzata sarà proprio la (relativa) brevità del (tedioso) editoriale!

Bando alle chiacchiere dunque, e via con la lettura di questo N° 1! A nome di tutta la Redazione: buon divertimento!”

 Seguendo i buoni consigli, ecco il link alla nostra cara rivista:

Leggi oppure scarica la Rivista

h1

Terre di Confine: il Nuovo Numero on-line da oggi!

8 dicembre 2010

E’ con sommo piacere che annuncio, con il presente post, la messa on-line del numero 10 della rivista Terre di Confine.

Il numero oggi on line affronta due tematiche ben distinte l’una a fondamento di una nutrita serie di film e libri di fantascienza, l’altra alle radici stesse del Fantasy: Post Atomico e Ciclo Arturiano.

Ecco la presentazione del numero 10 dell’Editoriale:

Cari Lettori, come sempre un ben ritrovati tra le pagine della Vostra affezionata TdC!

In questo nuovo numero vorremmo avventurarci con Voi a esplorare due temi molto seguiti dagli appassionati di Fantascienza e Fantasy. Il primo è drammatico e solitamente proiettato nel cuore di scenari catastrofici; il secondo evoca suggestioni epiche e romantiche. Si tratta di “Postatomico” e “Ciclo Arturiano”.

L’olocausto nucleare e l’idilliaca Camelot, una distopia e un’utopia, un accostamento forse ardito. Esiste però una chiave di lettura che può accomunare gli equipaggi dell’Enola Gay e del Bockscar e i nobili Cavalieri della Tavola Rotonda. Tibbets, Lewis, Ferebee, Van Kirk… Artù, Lancillotto, Tristano, Galahad… sono tutti soldati.

Il filo dell’analogia porta direttamente al modo di combattere una guerra, inteso sotto l’aspetto deontologico, in ragione di mezzi rapportati a fini, morale e utilitarismo, etica impartita al militare e risultato della derivante condotta. È un piano di analisi di cui due temi rappresentano esattamente le facce opposte: nella lotta senza quartiere tra Bene e Male per l’affermazione di sacri, superiori e universali principi, nel Ciclo Arturiano troneggia il baluardo di un’etica quasi mistica, rigorosa e inamovibile, mentre nel Postatomico si deformano gli evanescenti confini del Diritto bellico, un elastico che l’incedere del progresso rende sempre più teso.

La questione morale sull’uso della bomba atomica ha prodotto moltitudini di parole, scritte e pronunciate; altrettanto dicasi per il codice cavalleresco, che permea la Letteratura di varie epoche. Accostare i due argomenti, però, continua a stimolare la riflessione.

A memoria d’uomo, non si è mai sentito di una guerra capace di risparmiare gli innocenti, per cui il quesito astratto se possa o meno esistere una “guerra giusta” può essere scavalcato da uno più pragmatico: nell’intrinseca ingiustizia del combattere, esiste un modo giusto e uno sbagliato di farlo? O, se vogliamo, esiste un modo meno ingiusto di un altro?

In parole diverse: la sopravvivenza (propria, dei propri ideali, del proprio sistema di valori, del proprio modo di vivere) è un fine sempre inderogabile che prescinde dal mezzo con cui lo si consegue?

Negli ospedali moderni esiste una categoria di degenti che a questa domanda risponderebbe senza esitazione con un no. All’opposto, in alcuni luoghi di questo nostro vecchio e stanco mondo, luoghi in cui la propria sopravvivenza sfugge al novero delle opzioni, si tende addirittura a sostituirle come scopo dogmatico la non sopravvivenza altrui.

In un simile dedalo di alternative filosofiche, la tecnologia bellica oggi ha raggiunto sviluppi tali da rendere superfluo il concetto stesso di deontologia applicato alla guerra, cancellando di colpo qualsiasi contrapposizione dialettica tra mezzi e fini, riuscendo nell’iperbolica impresa di creare l’arma più inutile di tutte: l’arma che non si può usare altro che contro sé stessi.

In effetti, una malattia che imponesse la somministrazione di un farmaco termonucleare sarebbe, per questa stessa ragione, incurabile; e un’Umanità colpita da un simile morbo avrebbe già imboccato lo stadio terminale. Quel tipo di cura contiene dunque in sé la paradossale proprietà di rappresentare due opposti, eutanasia e al tempo stesso accanimento terapeutico.

Ci tornano in mente, inevitabili, le parole attribuite a uno Svizzero/Tedesco (un Signore che davvero sapeva quel che diceva): il suo pensiero su quali armi sia lecito immaginare utilizzate in una ipotetica quarta guerra mondiale, ammesso di sopravvivere a una terza”.

Ecco li link alla pagina del nuovo numero dove troverete tutti gli articoli ivi contenuti:

Terre di Confine: Numero 10

Rammento che la rivista è scaricabile nella sua totalità o nei singoli articoli di maggiore interesse IN MODO ASSOLUTAMENTE GRATUITO.

Rimando comunque per ogni maggiore informazione al sito di Terre di Confine.

Nel caso non lo aveste ancora visitato, vi consiglio caldamente di farlo! Oltra ad una nuova veste grafica, il sito di Terre di Confine si è arricchito nel tempo di rubriche e articoli di sicuro interesse ed ospita attualmente anche un notevole numero di racconti, dall’horror al fantasy nonché un valido forum attivo su tutte le materie legate al fantastico (manga ed anime compresi, ovviamente).

 

 

h1

Terre di Confine: Pirati!

12 dicembre 2008

E’ finalmente on-line l’atteso 9° numero della nota rivista Terre di Confine, alla quale mi pregio di collaborare da qualche tempo.

Ed i  protagonisti di questo numero sono i

PIRATI

terreriv9

Come di consueto, del soggetto si tratta avendo riguardo a tre aree tematiche fondamentali: Fantasy, Fantascienza, Anime.  Dopo alcune letture di vario carattere poste in introduzioni, nella rivista si parla della nota e fortunata saga cinematografica de “La Maledizione della Prima Luna” , del capolavoro letterario (e non solo) di Peter Pan ed ovviamente dell’indimenticato ed indimenticabile Capitan Harlock.

Nell’introduzione:

:: Area FANTASCIENZA

Lettura: Labbra Proibite
Corti: Aquaend
Intervista: Intervista a L. Bonizzato
Intervista: Intervista a N. Storai


:: Area ANIME
Cultura: I Fansub


:: Area FANTASTICO
Lettura: L’Estate della Paura
Lettura: L’Inverno della Paura
Lettura: Roma Fantastica
Lettura: Il Segreto nella Fiamma
Lettura: La Lama del Dolore
Lettura: Schegge di Mondi Incantati
Lettura: I Giardini della Luna
Lettura: Maree di Mezzanotte

SUL TEMA:

:: Area FANTASCIENZA
Lettura: Kila Chombo Kwa Wimbile
Lettura: I Pirati Neri di Barsoom
Sci/Tec: I Velieri
Cinema: Waterworld
Cinema: I Pirati dello Spazio
Serie TV: L’Isola del Tesoro
Animazione: Il Pianeta del Tesoro

:: Area FANTASTICO
Storia: I Pirati in Epoca Classica
Storia: Pirateria Mediterranea nell’Alto Medioevo

Storia: La Pirateria
Mistero: L’Enigma delle Mappe

Lettura: Peter Pan
Lettura: La Città delle Navi
Lettura: I Mercanti di Borgomago
Lettura: La Tomba senza Nome
Cinema: La Maledizione della Prima Luna
Cinema: La Maledizione del Forziere Fantasma
Cinema: Ai Confini del Mondo
Cinema: Hook – Capitan Uncino
Cinema: Peter Pan
Cultura/Int.: RyuCosplay

:: Area ANIME
Serie TV: Capitan Harlock
Cinema: L’Arcadia della mia Giovinezza
Serie TV: Capitan Harlock SSX
Serie OVA: Harlock Saga
Serie OVA: Captain Herlock – The Endless Odyssey
Cinema: Gli Allegri Pirati…
Serie TV: L’Isola del Tesoro
Manga: One Piece



In area fumetti:

Fumetto: I Tormentini
Manga: Gaurru Z


h1

Dinosauri e Draghi: Il numero di Marzo di “Terre di Confine”

14 marzo 2008

E’ finalmente disponibile, scaricabile gratuitamente in formato pdf, il numero 8 della rivista on-line Terre di Confine:

cover82.gif

Ecco il Sommario (cliccando sul titolo dell’articolo si giunge ad una anteprima: è necessario scaricare il file pdf per terminare la lettura):

:: Area FANTASCIENZA

Lettura: Lila Black

Lettura: L’Occhio del Sole

Corti: The Shadow Program

Corti: Koburn

:: Area FANTASY

Lettura: Messa di Mezzanotte

Lettura: La Guerra dei Nani

Lettura: Yodo

Lettura: Il Re dei Topi

Lettura: Warheit

Lettura: Il Drago nella Realtà

DRAGHI E DINOSAURI


:: Area FANTASCIENZALettura: Il Mondo PerdutoScienza: Dinosauri

Documentario: L’Impero dei Mostri

Documentario: Il Mondo di Al

Cronaca: Uno Pterodattilo

Cinema: Jurassic Park

Cinema: Il Mondo Perduto

Cinema: Jurassic Park III

Cinema: Il Regno del Fuoco

Cinema: Lake Placid

Cinema: Godzilla

:: Area FANTASY

Mitologia: Il Mito dei Draghi

Lettura: Il Drago di Sua Maestà

Lettura: Il Cacciatore di Draghi

Lettura: Eragon

Lettura: La Leggenda di Earthsea

Cinema: Eragon

Cinema: Il Drago del Lago di Fuoco

Cinema: Dragonheart

Gioco: Dungeons & Dragons

Animazione: Dungeons & Dragons

:: Area ANIME

Serie Tv: I Cieli di Escaflowne

Cinema: Doraemon nel Paese Preistorico

Serie TV: Born Free

Serie TV: Space Robot

Serie TV: Gaiking

Serie TV: Legend of Daiku Maryu

OVA: Record of Lodoss War

Serie TV: Ryu, il Ragazzo delle Caverne

Special TV: Quando vivevano i Dinosauri

Poiché mi pregio far parte, seppur da poco, della redazione (benché a causa del lavoro non abbia davvero dato un significativo contributo: ad altri va tutto il merito) mi astengo, per correttezza, da qualsiasi recensione, lasciando al lettore ogni giudizio.

Buona lettura!