Archive for the ‘Videogiochi anni ’90’ Category

h1

Vecchie Glorie VS Vecchi Eroi – Alias Capcom VS Tatsunoko!

29 maggio 2008

Avreste mai pensato di vedere affrontarsi in titanico scontro Ken dei Gatchman contro Ryu di Street Fighter? NO?

Si vede allora che avete una fantasia molto limitata o non siete sufficientemente giapponesi…!!!!!

Ecco le prime suggestive immagini del nuovo gioco nato dall’inimmaginabile incontro tra Capcom (creatrice del buon vecchio Street Fighter) e Tatsunoko (la casa madre del Mitico Kyashan e degli indimenticabili Gatchman, come pure del buon Yattaman, serie Time Bokan), dal titolo molto esplicativo

CAPCOM VS TATSUNOKO Cross generation of Heroes!

Ovviamente è vietato lesinare gli effetti speciali!

Non ci si può esimere da fare quattro salti ogni tanto…

Ed ovviamente, gli amici più fedeli non stanno a guardare:

Le immagini sono tratte da questo sito, dove ne potrete trovare molte altre: famitsu.com

Nel sito viene data una panoramica di tutti i personaggi, con le rispettive mosse ed abilità.

Ecco qui poi una bella galleria:

Un solo commento: INCREDIBILE!!!!

Update: Il primo video è sempre su questo blog!

[Altre immagini su gamesblog.it]

h1

Sanitarium…

23 novembre 2007

Non ho finito molti videogiochi nella mia vita, semplicemente perché sono di gusti molto difficili ed è raro che mi appassioni tanto a qualcuno di essi per comprarlo e mettermici d’impegno. Fondamentalmente, le eccezioni si contano su una mano. E sono tutti giochi abbastanza datati. Alcuni sono da archeologia computeristica (Amiga 500).

Il primo, inarrivabile, è l’indimenticato DungeonMaster (FTL) al quale, un giorno o l’altro dedicherò un approfondito post: è il primo videogioco al quale mi sono davvero appassionato. Difficile, claustrofobico, geniale.

Uno degli ultimi è Morrowind: The elder scroll III (Oblivion “non mi gira” come si suol dire, quindi…)

All’incirca nel mezzo c’è:

SANITARIUM (ASC Games)

Un point-and-click adventure “vecchio” (1998), ma indimenticabile.

Un gioco da incubo: folle, visionario, sconvolgente.

Vi destate in un luogo terribile. Odore di sangue e di urina. Intorno urla agghiaccianti, versi pressocché inumani ed un allarme che non smette di suonare. Avete poca libertà di movimento… ma è già troppa per chi non ha idea di dove andare. Siete privi di memoria…e privi di volto. Probabilmente sfigurati, non potete vedere quanto vi è intorno se non attraverso un bendaggio approssimativo. E tral prime cose che vedete c’è un uomo che si frantuma la testa contro un muro. Quando riuscite a prendere un minimo in più di consapevolezza, riuscite a capire di trovarvi dentro un manicomio… E voi ovviamente siete un ospite di tutto riguardo…

E la follia prosegue…vi ritrovate in un villaggio di dannati, dove la popolazione è composta solo di bambini che hanno ricevuto doni particolari da una mamma molto speciale…

…mi fermo qui.

Ma non fatevi ingannare dalle apparenze: c’è molto di più. Fidatevi. Ma svelare altro sarebbe controproducente.

Su youtube c’è l’intera partita, giocata dall’inizio alla fine. NOn fosse per il fatto che risultano tagliati molti filmati intermedi, potreste godervela come fosse un film (purtroppo tutto in inglese non sottotitolato). Sono davvero indimenticabili il circo, la casa di infanzia, la lotta con il doloroso passato…

Grottesco, pazzo, Sanitarium è un gioco horror che avvince, con una trama splendida, curata, che ha al contempo la forza dell’incubo e quella della follia.

Solo gli ultimi 2 capitoli non sono all’altezza dei primi…un vero peccato. Per il resto: perfetto. I rompicapo poi sono a volte davvero diabolici.

Da non perdere!