h1

La Metonimia, la Sineddoche e la Sinestesia

30 aprile 2007

Parlando della metafora si sono nominate la metonimia e la sineddoche.

La Metonimia, citando il Marchese, “è una figura di trasferimento semantico fondata sulla relazione di contiguità logica e/o materiale tra il termine letterale e il termine traslato“. Con la metonimia si ha quindi la sostituzione di un termine con un altro che ha con il primo un rapporto di contiguità. Capiterà così che nell’enunciato si sostituisca la causa con l’effetto e viceversa; il concreto con l’astratto e viceversa; l’oggetto con la materia; il contenuto con il contenente; l’autore al posto dell’opera.

Gli esempi spiegano molto di più di mille parole. Prendiamo l’enunciato: “bevi un bicchiere”. E’ ovvio che non si trangugerà il vetro, ossia il recipiente, ma il suo contenuto. Il termine” bicchiere”, nella frase, è usato in sostituzione di un altro (vino, acqua, ecc…) che con quello ha una evidente relazione. “Ho comprato un Raffaello”: è ovvio che l’amante di arte non avrà comprato il pittore, ma una sua opera. Anche qui il termine “Raffaello” è usato al posto di un altro (quadro). “Talor lasciando le sudate carte“: nella frase di Leopardiana memoria viene esemplificata la sostituzione dell’effetto con la sua causa. Vengono tralasciati gli studi impegnativi che fanno sudare sui libri.

La Sineddoche, come la metonimia, è una figura semantica che verte sul trasferimento di significato da una parola a un’altra, in base ad una relazione di contiguità. Però mentre nella metonimia la contiguità è spaziale, temporale o causale, nella sineddoche la relazione è di maggiore o minore estensione.

La Sineddoche rappresenta quindi: la parte per il tutto (vela per nave) e viceversa; il genere per la specie (mortali per uomini) e viceversa; il singolare per il plurale e viceversa. Anche qui un esempio che mi pare illuminante: “Le vele presero il largo nel meriggio”. Con questo enunciato evidentemente sottintendo che siano delle barche a prendere il largo. Dico “vele” ma intendo “barche” che stanno alle vele in rapporto di maggiore a minore: la barca comprende anche la vela.

In ultimo la Sinestesia, che è una particolare forma di metafora (da qui il motivo per trattarne ora). Nella sinestesia si associano termini appartenenti a sfere sensoriali diverse. Esempio: fredde luci (tatto e vista); oscura voce (vista e udito).

Al seguito, i necessari approfondimenti.

Cliccate sul relativo link per chiarimenti in materia di Antonomasia, Iperbole, Litote

Annunci

6 commenti

  1. grazie per il tuo prezioso e … dotto contributo


    • @Guardiano del Faro:
      Benvenuto!
      Lieto di essere stato d’aiuto alle Tue ricerche; temo che il mio contributo non sia particolarmente approfondito e che vi siano lacune da colmare. Conto di rimediare al più presto.
      Grazie della visita e del commento!
      Mi scuso del terribile ritardo nella risposta, ma per molto tempo, preso da impegni lavorativi vari, non ho seguito con la dovuta periodicità quel che accadeva sul mio blog.
      A presto!


  2. “Lancio un caffè” per lancio (la proposta di prendere) un caffè, appartiene a queste figure retoriche o è altro ?


  3. Non ci capisco un cavolo!!Non ho mai capito un cavolo in tutta la mia vita e faccio SCHIFOa scuola!!Sono odiata da tutti e domani ho un compito sulla sineddoche e nn so farlo(come gli altri d’altronde)!!

    p.s. ah,mi sono dimenticata di dire che faccio cagare(sono bruttissima!!)


    • @Beatrice
      Benvenuta!
      Non credo ad una parola di quello che dici. Sono convinto che le cose non siano effettivamente come le descrivi. Purtroppo, molto spesso, per inclinazione personale o per mere coincidenze di vita, si è propensi a credere che tutto vada male: non vi vede che il lato oscuro delle giornate e non ci si accorge di quel che di meraviglioso attorno accade. Il sol fatto che tu sia venuta su questo sito implica che hai interesse per l’argomento: se fossi davvero “stupida” (e non lo sei) semplicemente faresti spallucce, affronteresti il compito con superficialità senza minimamente impegnarti e non ti preoccuperesti in alcun modo del voto che potresti prendere. Rileggi attentamente quello che ho scritto, con calma: vedrai che le cose pian piano appariranno più chiare. Ti consiglio come aiuto ulteriore di consultare la wikipedia sull’argomento.
      Se hai domande specifiche da fare, ponile pure: se sono on-line provvederò a rispondere…
      Un cordiale saluto.


  4. Grazie mille dell’articolo.Mi è stato di un utilità a dir poco smisurata. ^^



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: